La Cellulite: il punto di vista ayurvedico

La presenza di cellulite indica che il corpo ha bisogno di una pulizia approfondita e disintossicazione, se non trattata può portare a condizioni più gravi come l’artrite o la ritenzione idrica permanente.
Contrariamente a quanto si crede, è assolutamente possibile ridurre la cellulite; il segreto è molto più semplice di quanto si pensi, e non significa nemmeno che devi fare 10 km al giorno e mangiare quasi nulla.
L’ayurveda dà una risposta precisa a questo fastidioso problema che affligge le donne, ci vuole solo un po’ di impegno, coerenza, e cambiamenti dello stile di vita, e si può assolutamente ridurre la cellulite dal tuo corpo.

In Ayurveda, la cellulite è  chiamata “’Vasa” (che significa “pesante”) ed è considerata uno squilibrio del dosha Kapha.
Quando – a causa di alcuni fattori – le molecole di grassi saturi si legano con le tossine non digerite del corpo si depositano  sotto la pelle e si manifesta  la cellulite. Più a lungo queste tossine rimangono nelle cellule adipose, più a lungo sono necessari alcuni trattamenti.

Per la risoluzione va interrotto il legame di aggregazione delle tossine con i grassi sotto pelle; questo si ottiene con:


•    dieta anti-kapha
•    aumentando agni  (cioè il fuoco digestivo)
•    assunzione di rimedi ayurvedici (per disintossicazione e per il ripristino del fuoco digestivo)
Lavoro sul corpo:
•    massaggio con olio di senape e swedana (terapia di sudorazione)
•    pindasweda: http://www.ayurvedatoscana.com/terapie/choorna-sweda-o-pinda-sweda/  e udwartana: http://www.ayurvedatoscana.com/benessere/bellezza/udwartana/  alternati (sono  trattamenti che usano erbe molto calde che aiutano a sciogliere il grasso più velocemente) –  trattamenti consigliati: 10 in un mese
naturalmente è consigliato dell’esercizio fisico (camminata veloce) e assunzione di perlomeno 10 bicchieri d’acqua al giorno lontano dai pasti

 

Translate »