La Cataratta e la visione ayurvedica

La cataratta è un processo di progressiva perdita di trasparenza del cristallino. Questo processo, legato a fenomeni di ossidazione delle proteine che lo costituiscono, è il risultato di un fenomeno biochimico che si verifica con l’aumentare dell’età. L’allungamento della vita media ha portato a un aumento del numero di casi, tanto che oggi l’intervento di asportazione della cataratta è uno dei più eseguiti in tutto il mondo.

cataratta

Anche se si tratta di una patologia tipica della senescenza, può interessare anche età meno avanzate, ma in questi casi si tratta di cataratta legata a fattori secondari (diabete, fenomeni infiammatori, esposizione eccessiva a radiazione infrarossa o ultravioletta, cause iatrogene e congenite).
Una volta che la cataratta si è formata, la risoluzione è solo chirurgica, attraverso l’impianto di un cristallino artificiale .
Tuttavia, in ayurveda ci sono un certo numero di medicinali che possono essere assunti per prevenire o ritardare la futura formazione di cataratta e alcuni trattamenti

Il trattamento indicato è il “netra vasti”: http://www.ayurvedatoscana.com/terapie/netra-vasti/, mentre i  farmaci possono essere suddivisi in due categorie: farmaci che agiscono a livello locale per gli occhi e  i farmaci che hanno un effetto anti-invecchiamento generale su tutto il corpo .
Eccone alcuni:
la Triphala in polvere è una combinazione raccomandata dagli antichi testi per gli occhi. La Triphala consiste in Amalaki ( Emblica officinalis ) , Haritaki ( Terminalia chebula ) e Behada ( Terminalia bellerica ). Va usata per formare un decotto per lavare gli occhi quotidianamente e utilizzata come collirio .
Triphala Ghrut è invece raccomandato per l’assunzione interna a lungo termine per migliorare la visione negli occhi , curare la cecità notturna e altre malattie prevenibili degli occhi.

Olio di ricino – una goccia di puro olio di ricino (senza conservanti) negli occhi prima di andare a letto. Secondo l’ayurveda, lubrifica la congiuntiva e la cornea e aiuta a rimuovere le particelle che tendono ad accumularsi nelle lenti. Anche questo metodo è utilizzato come preventivo.

Se usati a lungo termine , questi aiutano a preservare la funzione dell’occhio , prevengono la degenerazione del cristallino , riducono  l’accumulo di prodotti di scarto all’interno degli occhi e quindi prevengono l’anomala formazione di capillari nella retina , che può portare ad emorragie e perdita prematura di visione .

La seconda categoria di farmaci che ha un effetto anti- invecchiamento generale del corpo è il gruppo di farmaci detti “rasayanas” .  Tutti questi farmaci garantiscono un buon apporto di sangue a tutte le parti del corpo . Agiscono direttamente su ogni cellula del corpo e aiutano a mantenere un ambiente cellulare ottimale. Agiscono su organi vitali come il cuore, i polmoni , i reni , il fegato, il cervello  egli occhi. L’effetto complessivo sul corpo intero è quello di mantenere la salute e migliorare la longevità .

Questo tipo di prevenzione, detta appunto “rasayana” può essere utilizzata da tutti, ma è particolarmente indicata per quelle persone che sono più inclini a un popolo con la formazione della cataratta : come le malattie cardio – vascolare , chirurgia oculare precedente e il diabete.
Sarà importante anche prendere altre misure preventive per ridurre al minimo l’esposizione a fattori hanno promosso la cataratta : come indossare occhiali e uno stile di vita sano con una dieta corretta , esercizio fisico regolare e riposo , l’evitare il fumo e l’alcol.

Ovviamente, per pianificare la cura preventiva giusta, consultare sempre e solo il medico.

Translate »