I segreti alimentari Ayurvedici per mantenersi freschi durante l’estate

Secondo i cicli dei dosha basati sulle stagioni, l’estate è considerata una stagione Pitta, dove le energie del fuoco e dell’acqua sono le più dominanti. Durante la fase del solstizio d’estate la terra riceve i forti, pungenti e penetranti raggi solari. Spinto dal potere del sole, durante questi mesi, Pitta dosha si esprime nella forma più irradiante in tutto l’universo e nei nostri corpi.

L’Ayurveda considera l’estate come un tempo di disidratazione del corpo Pitta in eccesso affligge il corpo in diversi modi. Con il calore eccessivo corporeo possono manifestarsi: sfoghi cutanei, acne, ulcera peptica, tachicardia, iperattività, diarrea, invecchiamento cutaneo prematuro e altri emozionali come irritazione, nervosismo, rabbia, frustrazione, ecc.

In uno dei maggiori testi classici ayurvedici, Charaka Samhita Sutrashtana 6.6 afferma che durante i mesi estivi c’è un aumento di gusti pungenti, di ruvidezza e di fattori indebolenti nel corpo che tendono a diventare gravi, perciò bisogna fare attenzione a che cosa viene assunto nel corpo. A causa del tempo, dello stile di vita e di abitudini alimentari, Pitta quindi può accumularsi in modo eccessivo nel corpo e manifestarsi in molti squilibri. Questi fenomeni possono accadere a chiunque durante l’estate, sia che si abbia una costituzione naturalmente Pitta dominante oppure no, ma coloro con un tipo di corpo “Pitta dominante” sono particolarmente sensibili in questo momento dell’anno, per cui devono apportare nel loro stile di vita alcuni consigli Secondo l’Ayurveda, l’antica pratica di equilibrare le energie per la salute, consiglia uno stile di vita calmante Pitta dosha e che includa anche cibi che pacificano il dosha pitta. Infatti alcuni ingredienti hanno delle qualità che tendano a rinfrescare il corpo.

Durante l’estate si consiglia di assumere cibi rinfrescanti che aiutano il corpo a restare fresco. I pasti dovrebbero essere piccoli e leggeri, perché il fuoco digestivo interno “detto Agni” si ritira, cercando di mantenere il corpo fresco. Questa è la ragione per cui d’estate si perde l’appetito e siamo meno affamati anche durante l’ora dei pasti.

Durante questi mesi si deve aumentare l’assunzione di cibi dolci, amari, astringenti come insalate amare con foglie verdi, la rucola, la lattuga, il basilico, il radicchio, il coriandolo, coriandolo e l’indivia. Le insalate fresche con frutta ed altri vegetali crudi sono anch’esse ideali, come il cocomero, il mango, le mele, i meloni e varie bacche come le bacche rosse. Vegetali come gli zucchini, asparagi, e i broccoli hanno effetti positivi nel corpo. Alcune erbe come l’aneto, finocchio e zafferano devono essere usate per insaporire i nostri alimenti. Anche le mandorle sgusciate sono buone per il nostro corpo. Olii come olio di oliva, olio di semi di girasole, olio di cocco e ghee possono essere usati in modesta quantità. C’è un’intera gamma di cibi che devono essere evitati. Questa lista include la maggior parte degli alimenti che aggravano Pitta. Essi includono i cibi salati e pungenti, come il peperoncino, le melanzane, i pomodori, l’aglio, lo zenzero essiccato, il pepe nero, la frutta secca, gli alimenti fermentati, gli alimenti altamente speziati e piccanti, le proteine pesanti, l’ olio di mostarda, il caffè e la melassa.

La colazione è il primo pasto del giorno che rompe il digiuno notturno, perciò dobbiamo assicurarci che essa sia lenitiva per il sistema digestivo. Una grande opzione sono i fiocchi d’avena immersi nel latte di mandorla, poiché sono gentili per la digestione. Un pudding di cocco è anch’esso molto buono per il sistema. Anche una combinazione di frutta dura come le pesche nettarine o le albicocche vanno bene come guarnizione per il nostro pudding. Possiamo anche unirle come sautè al cocco per una versione molto tropicale.

Per pranzo si può provare il pane integrale unito ad un mix leggermente croccante di cavolfiore, piselli e spinaci.

La digestione nel nostro corpo inizia a rallentare, perciò la cena dovrebbe essere il pasto più leggero. Le verdure cotte al vapore per un paio di minuti conservano un buon gusto senza perdere la loro consistenza croccante. Si possono usare erbe fresche per condire le stesse, grazie alle loro qualità anti-infiammatorie e curative. Inoltre esse apporteranno un’ ulteriore esplosione rinfrescante. Le creme fresche possono essere usate durante l’estate. Insaporirle con il sapore esotico del cardamomo e bacche fresche è una buona idea. E’ importante continuare a bere acqua per mantenere il corpo idratato. Possiamo anche optare per succhi naturali come acqua di cocco, succhi di melone senza zuccheri. Tea alla menta, infusi di basilico o cardamomo ed altri tea alle erbe sono anch’essi eccellenti.

Bevande fresche non significa bevande rinfrescate con ghiaccio. Il ghiaccio può essere uno shock per il nostro sistema digestivo e può spegnere il fuoco digestivo causando ulteriori problemi. Esistono delle ricette Ayurvediche che sono molto famose per questo m omento dell’anno. Una di queste è il tea all’ibisco con lime, oppure frullati di melone, menta e cocomero. L’acqua di rose è anch’essa un grande rinfrescante per il corpo e la faccia.

Gli oli da massaggio sono raccomandati insieme alla dieta. Questi includono olio di sandalo, di cocco, di gelsomino. La corretta alimentazione ci aiuta pertanto a mantenere pitta in equilibri.

Translate »