Guida stagionale per l’autunno

Ogni stagione ha le sue caratteristiche, ma l’autunno ha una bellezza particolare, i suoi cambiamenti sono evidenti , includono le foglie che cambiano colore, le giornate si accorciano e le mattine sono più fredde e più frizzanti

Le qualità dell’autunno: secco, leggero, freddo, ruvido e ventoso
Le qualità dell’autunno rappresentano l’elemento di “aria” che può essere facilmente compreso dalla natura del vento. Il vento durante questo periodo dell’anno tende naturalmente ad asciugare il corpo; questo significa avere pelle secca, secchezza oculare, stitichezza, ecc.]. Pertanto è necessario in questo momento dell’anno avere più attenzione alle qualità più pesanti (nel cibo e nelle abitudini di vita) per bilanciare le qualità leggere e sottili di Vata.
Da una prospettiva ayurvedica questa stagione si pensa che aggravi “Vata”.
Vata regola tutti i movimenti all’interno del corpo , in particolar modo in relazione alla ” comunicazione” . Sebbene il principio Vata permei l’intero corpo, i suoi principali siti del corpo sono il sistema nervoso centrale, il colon, il sistema scheletrico e la pelle. Pertanto, mentre ci prepariamo per la stagione autunnale e pur mantenendo la totalità della mente-corpo, è anche importante dare attenzione a queste zone del corpo .

Sistema nervoso centrale
Vata fornisce l’impulso della comunicazione che viaggia attraverso il sistema nervoso centrale. Le qualità mobili asciutte, leggere, ruvide e in eccesso di Vata possono esprimersi influenzando il modo in cui percepiamo e percepiamo il mondo. Per questo motivo, l’autunno ha maggiori probabilità di creare sentimenti di ansia, nervosismo e persino insonnia.
Un altro suggerimento stagionale per l’autunno è godersi una bella tazza di latte caldo prima di andare a letto. Per un ulteriore vantaggio si consiglia di aggiungere della noce moscata per un sonno ristoratore e naturalmente non farsi trovare impreparati ad eventuali notti più fresche! tenete a portata di mano una bella coperta calda

Il tratto gastrointestinale
Uno dei siti principali di Vata è il colon. A causa della qualità secca presente della stagione autunnale, questa tende ad asciugare il colon causando costipazione, pertanto il nostro obiettivo durante l’autunno sarà di introdurre più cibi oleosi e nutrienti come una deliziosa ciotola di porridge di avena aromatizzata con sciroppo d’acero e cannella a colazione. Assumere zuppe abbondanti che aggiungeranno sia l’umidità che calore al corpo.
Allo stesso modo, per evitare la stagnazione all’interno della tratto G.I. tratto e per aiutare a promuovere il movimento verso il basso si potrebbe anche prendere in considerazione della Triphala per aiutare a stimolare l’intestino.
Infine, l’Ayurveda parla molto dell’eliminazione dei vata in eccesso dal colon e quindi consiglia l’uso di clisteri speciali. Questi clisteri devono essere eseguiti sotto la supervisione di un professionista ayurvedico qualificato. L’esecuzione di un clistere con l’uso di olio di sesamo è pensata appunto per aiutare a rimuovere le qualità asciutte e ruvide accumulate di vata dal colon.

Sistema muscolo scheletrico e pelle
Il primo freddo dell’autunno spesso aumenta la tendenza ai dolori alle articolazioni. Per aiutare a compensare queste qualità fredde, secche e ruvide del sistema muscolo-scheletrico, sarebbe necessario sottoporsi a cicli di massaggio ayurvedico (o auto massaggio) Dopo aver massaggiato il corpo con olio di sesamo caldo farsi una bella doccia calda. Un’altra considerazione per i muscoli e le articolazioni rigide e doloranti è l’uso del l’olio Mahanarayana.

Altre considerazioni stagionali per l’autunno:
– mangiare pasti riscaldanti, lenitivi e facilmente digeribili
– mangiare cibi che sono principalmente di sapore dolce, acido e salato
– bere tè allo zenzero, cannella e cardamomo
– Resta al caldo e stai fuori dai forti venti
– praticare regolarmente esercizi di rllassamento come lo yoga, la meditazione o il pranayama

Translate »