Ricette

Riportiamo di seguito sono elencate alcune gustosissime ricette, buone, gustose, digeribili e direttamente sperimentate da noi !! e alcune semplici norme dietetiche generali che se osservate porteranno ad un  maggior benessere generale al corpo.

ricette2

Norme dietetiche generali

Evitare un consumo eccessivo di:

– cibi freddi, congelati, crudi o poco cotti e bevande ghiacciate (diminuiscono il potere digestivo)
– aspro, acido, quindi fermentato
– cibo oleoso, fritto, grasso, spuntini dolci  (quindi pesante)

– Non mangiare mai fino a sentirsi completamente sazi. Sentire lo stomaco vuoto per un terzo della sua capacità.
– Mangiare solo quando si è completamente digerito il pasto precedente, evitare di mangiare se non si ha appetito.

– Mangiare cibi caldi per stimolare la digestione.
– Si consiglia di mangiare più ghee (burro chiarificato).
– Aspettare almeno 1 ora prima di coricarsi dopo i  pasti  e comunque evitare cibi pesanti la sera.

Di solito, il grano aumenta Aam (tossine), quindi si consiglia di  mangiare pane e pasta con moderazione. Se ne può aumentare il consumo in inverno, essendo il processo della digestione più attivo, e mangiarli occasionalmente nelle altre stagioni.

Aggiungere le spezie o condimenti come zenzero, pepe nero, cannella, cumino, basilico, aglio, ecc. per aiutare la digestione.

Bere alcolici il meno possibile; il vino aiuta la digestione se consumato durante  i pasti.

Evitare  associazioni alimentari come :

– latte e pesce,
– latte e uova,
– latte e frutta,
– latte con cibi salati
– latte e yogurt non vanno mai assunti insieme a limoni o aranci,
– frutta lontana dai pasti,
– il miele non può essere mai cotto,
– le uova non andrebbero mai mangiate insieme a carne, formaggio, pesce.

Similitudini tra la cucina indiana e mediterranea

1. cucina povera ma ricca
2. amore per la preparazione dei cibo (il pasto è un rito)
3. uso limitato di grassi animali
4. maggior uso di grassi vegetali (olio di oliva, olio di semi)
5. uso limitato di carne

I prodotti del latte

Sia i testi moderni, sia gli antichi veda, parlano del latte come cibo miracoloso in quanto contiene tutte le sostanze nutritive necessarie per una buona salute.

Il latte di mucca dà origine a tre ingredienti essenziali della cucina vedica.

Il ghi (burro chiarificato), il panir (formaggio fresco), il dahi (yogurt) che deve essere preparato in casa evitando quello industriale, che è stato pastorizzato, e trattato con conservanti.

L’Ayurveda consiglia di assumere lo yogurt con altri alimenti e non da solo.

 

Aperitivi

1) Acqua di limetta allo zenzero

Una bevanda rinfrescante che stimola l’appetito e pulisce il palato.

ingredienti: il succo di un grosso lime – 1 tazza di acqua – 1 c..ino di succo di zenzero 3 Cucc…ai di sciroppo d’acero – 10 foglie di menta grandi

Versare il succo del lime, l’acqua il succo di zenzero nel frullatore, unire lo sciroppo e frullare ancora. Mettere le foglie dki menta a bagno con 2 Cuc..ai di acqua calda per 10 min. e poi pestarle con un mortaio. Aggiungerle all’aqua di lime e frullare ancora fino ad ottenere un insieme spumoso. Servire in bocchierini da liquor

Ricette di Bevande

Secondo l’ayurveda non si dovrebbe bere molto durante i pasti, perchè non aiuterebbe la digestione. Tra i pasti, le bevande possono servire non solo a calmare la sete, ma anche a raffreddare il corpo quando fa caldo o a scaldarlo quando fa freddo.
La bevanda migliore per riscaldare il corpo è il latte di mucca caldo fumante. Va bevuto sempre caldo con l’aggiunta di qualche spezia, perchè il sistema digestivo possa estrarne le proprietà sottili. Mentre le bevande a base di yogurt come il lassi rinfrescano il corpo, gustatele quindi in estate; il limone può essere utile in qualsiasi momento, mentre il tè allo zenzero difende il corpo dai freddi invernali.

I veda affermano che una sedia comoda, una bevanda e parole amichevoli sono il minimo che si deve offrire a qualsiasi ospite amico.

Al di là della semplice acqua in india esistono varie bevande analcoliche rinfrescanti, viene evitata la caffeina e l’alcool, infatti il caffè fu introdotto dai Mongoli ed il tè dagli inglesi, in quanto considerate sostanze inebrianti.

Le bevande sono a base di centrifugati di frutta o verdure, oppure infusi di legni spezie o radici accompagnate da spezie in polvere.

Nimbu pani – Limonata

150 ml di succo di limone, 1 lt. di acqua, 4 C. di zucchero dicanna, 1 C. di acqua di rose, 1 pizzico di sale

Mescolate bene tutti gli ingredienti e sevire con una fettina di limone.

Jira pani

1.  lt acqua, succo di tamarindo a piacere, 3 C. zenzero finemente grattugiato, 2 c. semi cumino tostato, 1/2 c. garam masala, 3 C. zucchero canna, 1 pizzico sale, foglie di menta e limone.

Aggiungere nel succo di tamarindo tutti gli ingredienti, mescolate e fate riposare per 15 min. Guarnire con foglie di menta e limone.

Lassi semplice
3 cucchiaio di yogurt, 1 bicchiere di acqua, zucchero di canna

Namkin lassi – Lassi salato

1/2 c. di semi cumino tostato e macinato, 800 ml di yoghurt naurale, 1/2 lt. acqua, 2 C. succo limone, 1 c. sale

Frullare tutto con frullatore aggiungere un pizzico di cumino in polvere prima di servire

Mithi Lassi – lassi dolce

Il mithi lassi è il frullato indiano e la bevande più frequentemente servita alle cerimone dei devoti di Krishna. Per ottenere un risultato migliore sciogliete i dolcificanti in acqua calda.

800 ml di yoghurt naturale, 1/2 lt acqua, 5 C. zucchero canna o 4 C. miele, 1/2 c. acqua rose, 2 pizzichi di cardamomo in polvere

Frullate come sempre e aggiungere i pizzichi di cardamomo

Lassi all’ananas

1 cucchiaino di ananas, 1/3 anice stellato, 1 presa di chiodi di garofano, 1 cucchiaio di sciroppo d’acero, 250 gr di yogurt, ½ lt di acqua

frullare tutti gli ingredienti

Lassi alla banana

1 banana matura e schiacciata,  1/3 lt yogurt, 2 cucchiaini di zenzero fresco, ¼ cucchiaini di vaniglia, 1 presa di cardamomo, 2/3 lt acqua, sciroppo d’acero, frullare fino ad ottenere un composto spumoso. Dolcificare a piacere

Lassi al cocco

1/3 lt yogurt, 2/3 acqua, 3-4 cucchiai di polvere di cocco, ¼ cucchiaini vaniglia, anice e frullare

Lassi alla vaniglia

½ cucchiaino di vaniglia, 1 presa di cardamomo, 3 cucchiaini di zuccheri di canna, 250 gr di yogurt, ½ lt acqua e frullare

Lassi allo zafferano

7 stigmi di zafferano, 1 cucchiaio acqua calda, 3 tazze yogurt , 2 tazze acqua, 2-3 gocce acqua rose, zucchero canna, 4 rametti menta fresca

Lasciare a bagno lo zafferano in un cucchiaio d’acqua calda per un’ora. Frullare e decorare con la menta

 

Lassi speziato

250 gr yogurt, ½ lt acqua, 1-2 cucchiai di miele, 1 punta di coltello di cannella, 1 presa anice stellato, 1 presa chiodi garofano, 1 persa noce moscata

Frullare fino ad ottenere un composto spumoso, dolcificare con il miele e condire con le spezie.

 

Ricette di pane

Il pane indiano ha varia forma consistenza e gusto, si prepara velocemente e viene servito caldo.

In oriente il pane è utilizzato per racchiudere il cibo e portarlo alla bocca senza l’utilizzo delle posate.

Ecco elencate le varietà: chapati, puri, kela puri, bhatura, paratha,alu paratha, besan roti, matthi, masala dosa, atta dosa, pudla

Puri

Fare dei puri – guardare i dischetti di pasta gonfiasi nel ghee come palloni – è una delle delizie della cucina indiana. Mangiare dei puri è ancora più delizioso perché hanno un gusto e una consistenza che si accordano con qualsiasi pasto.

400 gr di farina (meglio se di kamut o farro), 1/2 c. di sale, 1 C. di ghee (o burro), 150 ml di acqua tiepida, olio vegetale o ghee

Mescolare farina e sale e sciogliervi il ghee e l’acqua tiepida (o burro), finché la farina si amalgama da poterla lavorare. Lavorare per  5-8 minuti e fare delle palline, dopodiché schiaccetele molto basse.
In una padella, scaldare il ghee (o l’olio) a fiamma medio-alta. Quando il ghee comincia a fumare abbassare la fiamma; deponete una pallina sulla superficie facendo attenzione a non scottarvi le dita. Il puri andrà a fondo per un attimo e poi ritornerà in superficie sfrigolando; spingetelo subito in fondo con delicati e veloci movimenti usando il dorso di una schiumarola finché si gonfia come un pallone. Friggere anche dall’altro lato per qualche secondo poi togliete il puri dal ghee e mettetelo a scolare. Quando avrete maggiore esperienza potete friggere più puri contemporaneamente. Servite i puri caldi con qualsiasi pasto.

(Ricetta tratta da: La cucina degli Hare Krishna – Ed. Baktivedanta)

Ricette di Riso

Riso allo zafferano con crema di avocado
Mettere in una casseruola a fondo spesso due cucchiai di ghee, far scaldare e aggiungere ¼ di cipolla triturata finemente e due cucchiaini di semi di coriandolo pestati nel mortaio. Dopo un minuto aggiungere due tazzine di riso basmati precedentemente tenuto in ammollo per un quarto d’ora.
Far tostare il riso a fuoco lento per uno due minuti ed aggiungere poi acqua bollita con sale fino a coprire a raso il riso. Aggiungere un pizzico di zafferano e una spruzzatina di cumino in polvere. Lasciar cuocere coperto fino a fine cottura del riso. Preparare una salsa con un avocado.
Per la crema: sbucciare a fare a pezzetti un avocado maturo; aggiungere una manciatina di menta fresca e pochissima cipolla tritata finemente.
Si passa tutto al mix e si aggiusta di sale. Si spalma un po’ di crema sul piatto di portata e poi vi mette sopra il riso e un po’ di crema sul riso stesso…infine si aggiungono piccole sottili fettine di avocado a pioggia sul tutto.

Riso con carote e cocco

Ottima scelta per il menu di un pranzo o di una cena, accompagnato da un qualunque dal o da verdure cotte. Questo piatto è veloce, ricco di colore, aromatico e delizioso .

Tempo di preparazione (dopo aver riunito gli ingredienti): 5 min.
Tempo di cottura: 25 min.
Dosi per 3 o 4 persone

1 tazza (95 gr.) di basmati, 2 cucchiai di ghee o di olio extra vergine, 1 ½ cucchiai di semi di sesamo, 6 chiodi di garofano, 6 grani di pepe nero, 1 stecca (4 cm.) di cannella, 3 cucchiai di cocco grattugiato (fresco o essiccato), acqua, sale, 230 gr di carote (tagliate julienne), 1 o 2 cucchiai di uvetta

In una pentola antiaderente ad 1 e ½ lt. scaldare il ghee o l’olio a fuoco moderato; versare i semi di sesamo, i chiodi di garofano, il pepe, la stecca di cannella, il cocco e rollare mescolando fino a dorare il cocco. Aggiungere il riso e soffriggere per qualche minuto. Aggiungere l’acqua e tutti gli altri ingredienti; portare ad ebollizione a fuoco alto. Ridurre il calore al minimo, coprire con un coperchio e lasciare sobbollire senza per 20/25 min., finché il riso sia cotto e la verdura bene al dente e tutto il liquido assorbito.

Involtini di riso

200 gr di riso basmati, acqua, sale, 4 grandi foglie di cavolo (bianco o rosso) 1 cipolla, 1 cucchiaio di farina di kamut o farro, 30 gr di formaggio di capra, un pizzico di timo, pepe

Mentre fate cuocere il riso basmati, preparare la besciamella in questo modo: metter sul fuoco una pentolina con l’olio, la farina, il timo e il formaggio. Scaldate a fiamma bassa e aggiungere un po’ alla volta, sempre mescolando, dell’acqua o del brodo vegetale, fino ada ottenere una una rema densa e dorata.
Scottare con poca acqua le foglie di cavolo, fino a che si ammorbidiscano, ma non troppo. A parte soffriggere i poco olio la cipolla affettata finemente e quindi unirla al riso insieme al pepe.
Disponete a questo punto un paio di cucchiai circa di questo impasto in ogni foglia di cavolo, che arrotolerete fermandola con uno stuzzicadenti o legandola se necessario.
Mettete poi le foglie così farcite in una pirofila unta, ricoprite con la besciamella e infornate a 180° facendo cuocere per 20 minuti.

( Ricetta tratta da:  Ricettario di cucina vegetariana – La casa verde – Walter Pedrotti)

Riso con funghi e piselli – Gumbi Mattar Pulao

dosi per 6 persone

500 gr di basmati, 300 gr di funghi freschi, 2 spicchi d’aglio, 4 cm di radice di zenzero, 100 gr di piselli, 120 gr di panna , 5 chiodi di garofano, 8 nocciole, 6 noci, 1 bustina di zafferano, 4 cucchiai di ghee + olio, sale

Sciacquare il riso in acqua corrente muovendolo delicatamente e scolare. Frullare aglio, zenzero, panna, sale e ridurre a una crema.
Scaldare il ghee e unire chiodi di garofano, nocciole e noci. Tostare 2 minuti e aggiungere funghi a pezzetti e piselli. Cuocere 8-10 minuti.
Aggiungere il frullato. Versare il riso, coprire, portare ad ebollizione e cuocere per 5 minuti. Mescolare al riso lo zafferano, mescolare, abbassare al minimo e cuocere per 15 minuti. Decorare eventualmente con anice stellato.

(Ricetta tratta da: India classica – Fabbri Editore)

Riso piccante al limone – Nimbu bhat

dosi per 4 persone

1 tazza di riso basmati (95 gr.) o altro riso bianco o a grana lunga, 400-480 ml d’acqua, 1 cucchiaino di sale, ½ cucchiaio di ural dal (se disponibile), 3 cucchiai di ghee o di olio di sesamo, ½ tazza di anacardi spezzate, 1 cucchiaino di semi di mostarda nera, 1/3 cucchiaino di curcuma, 1/3 di tazza di succo di limone (o cedro), 3 cucchiai di prezzemolo o coriandolo tritato, 2/3 di tazza (25 gr.) di cocco grattugiato fresco o essiccato per guarnire

Pulire, lavare e scolare il basmati. In una pentola pesante antiaderente da 1 e ½ lt portare l’acqua ad ebollizione, aggiungere il riso, il sale e ½ cucchiaio di ghee o di olio, mescolando. Coprire con un coperchio, abbassare il calore al minimo e lasciare sobbollire dolcemente per 20-25 min senza mescolare, finché il riso sia tenero e gonfio e l’acqua completamente assorbita.  Togliere dal fuoco e lasciare riposare senza scoprire.
In un pentolino scaldare bene il ghee o l’olio rimanente a fuoco moderato e dorare l’anacardi. Scolare e distribuire sul riso cotto e coprire.
Alzare leggermente il fuoco sotto il pentolino  soffriggere insieme all’urad dal i semi di mostarda, finché i semi diventano grigi e scoppiettano e il dal assume un colore bruno-rossiccio.Versare le spezie sul riso cotto, spolverare di curcuma, spruzzare con il succo di limone, spargere il prezzemolo o il coriandolo ed amalgamare bene.Decorare ogni porzione con una spolverata di cocco.

(Ricetta tratta da: L’arte della cucina vegetariana indiana – Yamuna Devi – Gruppo futura)

Riso con spinaci 

ingredienti per 6 persone

300 gr di riso basmati, 60 cl di acqua, 250 gr spinaci freschi, 120 gr arachidi tostate (facoltative), 2 foglie alloro, 4 o 5 bacche di cardamomo pestate, 1 cucchiaio ghee + olio di oliva, 2 cucchiaino coriandolo polvere, sale e pepe

Lavare il riso con cura e lasciarlo in ammollo per 15 minuti prima di scolarlo. Scaldare due casseruole d’acqua, una di 60 cl per il riso (che salerete) e l’altra di 1 lt per gli spinaci. Togliere i grossi gambi degli spinaci e lavatene le foglie tre volte in acqua fredda prima di gettarle nell’acqua bollente. Appena si accartocciano toglietele dall’acqua, scolatele e tagliatele in pezzi su un piano di legno.
In una pirofila, dove avete fatto fondere e scaldare il ghee con un po’ di olio di oliva, fate rosolare il pepe, l’alloro, il cardamomo pestato e il coriandolo. Versare il riso e mescolare con un cucchiaio di legno finché tutti i chicchi saranno ben unti.
Aggiungere gli spinaci, mischiate il tutto e aggiungere l’acqua bollente già salata. Portare ad ebollizione per un minuto, riducete la fiamma al minimo, coprite e lasciate cuocere per 18 min, finché il riso è cotto e l’acqua tutta assorbita. Aggiungere le arachidi senza mescolare 5 min prima della fine della cottura; mescolare delicatamente quando il riso è pronto.

(Ricetta tratta da: Un gusto superiore – the Bhaktivedanta book trust)

Riso con aromi – Masala bhat

dosi per 6 persone, 450 g di riso basmati, 1 cipolla, 2 cm di radice di zenzero, 2 pomodori, 1 cucchiaio di spezie tra coriandolo, chiodi di garofano, semi di cardamomo, , cannella, curcuma, 2 cucchiai di ghee, olio extravergine di oliva

Cuocere il riso, possibilmente al vapore e salarlo.
Sciogliere il burro in una pentola e rosolare per 20 secondi le spezie.
Unire cipolla e zenzero tritati e cuocerli per 2 minuti, quindi aggiungere i pomodori a dadini, salare e far cuocere ancora 3-4 minuti a fuoco basso mescolando.
Versare la salsa sul riso, amalgamarla bene e servire.

(Ricetta tratta da: India classica – Fabbri editori)

Riso basmati Pilav

350 gr di basmati, 40 gr di uvetta passa, olio extravergine, cipolla, 5 semi di cardamomo, 1 spicchio d’aglio, 1 stecca di cannella da 4 cm, 4 chiodi di garofano, ½ cucchiaino di zafferano, sale, mandorle sgusciate

Lavare il riso più volte, fino a quando non sarà limpida e lasciarlo un po’ in acqua fredda. Lavate l’uvetta e lasciarla in ammollo per almeno ¼ h. Scolarla e asciugarla e rosolarla con un poco d’olio.
In una casseruola fate rosolare la cipolla e l’aglio nell’olio, aggiungere il cardamomo, la cannella spezzettata e i chiodi di garofano; mescolare per 5 min.
Unire il riso mescolando e dopo 5 min aggiungere lo zafferano sciolto nell’acqua. Mescolare per qualche minuto e poi aggiungere dell’acqua (eventualmente con brodo vegetale), pari al doppio del volume del riso. Portare ad ebollizione, salate, coprite e lasciare cuocere a fuoco moderatissimo fino a che l’acqua non è stata completamente evaporata (circa 20 min). Togliere dal fuoco e aggiungere uvetta e mandorle.

(Ricetta tratta da: Il cucchiaio verde – Ed. Giunti Demetra)

Riso basmati alla menta

250 gr di riso basmati
40 gr di foglie fresche di menta
40 gr di scaglie di cocco
½ c di cannella in polvere
½ c di chiodi di garofano in polvere
2 C di olio extravergine di oliva

Versate il riso in una scodella, riempitela d’acqua e lavatelo con cura, sostituendo l’acqua più volte, sino a quando ne esca limpida.  Versate in un tritatutto elettrico la menta, il cocco, la cannella e i chiodi di garofano e ricavate una pasta. Versate l’olio in una casseruola, scaldatelo e unirvi la pasta di spezie e lasciate cuocere per alcuni minuti, mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungere il riso scolato, rimescolar e dopo un paio di minuti aggiungere 5 dl. Di acqua bollente e aggiustare di sale. Portare ad ebollizione, coprire con un coperchio e ridurre la fiamma; cuocere per una ventina di minuti, sino a quando l’acqua sarà del tutto assorbita.
Accompagnare con delle verdure cotte.

Lenticchie rosse alle carote

250 g di lenticchie rosse

1 lt di brodo vegetale

2-3 foglie di alloro

250 gr di carote grattugiate

1-2 cucchiai di ghee

1 c. di curcuma

1 presa di pepe nero

2 prese di assafetida

1 c. di churna vata

1 C. di prezzemolo e 1 C. di basilico tritati freschi

sale e pepe

4 C di panna

Versare le lenticchie rosse nel brodo insieme all’alloro, coprire e cuocere. Lessare le carote e tenerle al caldo. Scaldare il ghee, tostare le spezie e condirvi le lenticchie rosse cotte, eliminando l’alloro; incorporare le erbe aromatiche e condire con sale e pepe e aggiungere la panna

Ciambella di riso zafferano, cannella, pistacchi e pinoli
250 gr di basmati
½ c di zafferano
5 C di ghee
1 stecca di cannella finemente sminuzzata
¼ c cardamomo schiacciati
4 chiodi di garofano
sale
acqua
1 C pistacchio triturati
1 c pinoli triturati
fettine di limone e coriandolo (se disponibile)

Lavare bene il riso e metterlo in ammollo per 30 min. Ammollare lo zenzero in 4 C di acqua calda. Scaldare il ghee, tostare la cannella, il cardamomo e i chiodi. Unire il riso. Aggiungere l’acqua calda, il sale e lo zafferano con la sua acqua. Portare ad ebollizione e lessare per 20 min a fuoco basso.
Versare il riso su piatto di portata e guarnire con fette di limone, pistacchi e pinoli (e coriandolo fresco).

Per una presentazione particolare, potete dare al riso una forma circolare aiutandovi con uno srampo per ciambelle e guarnirlo al centro con verdure a piacere.

Primi piatti

Zuppa di Azuki verdi, per scaldarsi da un inverno freddo e lungo ~

La zuppa di legumi, quali essi siano, è una fonte ricchissima di proteine. Oggi proponiamo una versione molto semplice ma particolarmente gustosa con gli Azuki  conosciuti come fagioli verdi o fagioli Mung’.  Per preparare gli Azuki verdi è consigliato lasciarli a bagno per almeno dodici ore. A quel punto possiamo cominciare.
Ingredienti per 4 persone

2 bicchieri di Azuki verdi

7 bicchieri di acqua calda

3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

2 carote grattuggiate

1 zucchina grattugiata

1 cucchiaio di zenzero grattuggiato

una manciata di pepe nero

un’abbondante manciata di prezzemono fresco

sale quanto basta

Tempo di cottura: 45 minuti

Lasciate a bagno gli Azuki per almeno dodici ore. A quel punto metteteli in una pentola assieme al giusto quantitativo di acqua e portate tutto ad ebollizione. Dopo circa venti minuti dall’ebollizione vedrete che le piccole scorze dei vostri fagiovi saranno emersi sulla superficie dell’acqua. Toglieteli con un mestolo.
A questo punto lasciate proseguire la cottura aggiungendo eventualmente un po’ di acqua calda se notate che la zuppa è troppo densa e i fagioli ancora troppo crudi – il risultato finale, infatti, dovra essere cemoso. Aggiungete l’olio, lo zenzero grattugiato, il pepe, volendo potete aggiungere anche mezza cipolla se vi piace. Infine aggiungete le carote e la zucchina grattugiata.
Lasciate cuocere la vostra zuppa per almeno altri 40 minuti. Quando sarà diventata cremosa e i fagioli tenerissimi, aggiungete il prezzemolo tritato. Lasciate cuocere ancora qualche minuto e servite calda.

 

Purè di zucca al cocco
Dosi per 4 persone

1 zucchetta grande (450 gr circa), arrostita o cotta al vapore
4 cucchiai di ghee
2 cucchiaini di semi finocchio pestati
½ cucchiaino di semi di cardamomo pestati
2-3 cucchiai di zucchero di canna (facoltativo)
3 cucchiai di panna
sale
¼ di tazza (25 gr) di cocco grattugiato dorati inforno a 150°
2 cucchiai di cedro (o limone)

passare la polpa della zucca in un passa verdure;in una padella antiaderente scaldare il burro a fuoco moderato, quando è caldo e spumeggiante, buttarvi i semi di finocchio, il cardamomo e dopo pochi secondi aggiungere il purè di zucca, il dolcificante, la panna e il sale. Cuocere per circa 5 min per addensare, mescolando spesso. Prima di servire guarnire con il cocco e spruzzare con succo di cedro

Crema di zucca torta
1 grossa zucca torta sbucciata, senza semi e tagliata a dadini
1 lt d’acqua
½ dado vegetale
1 presa pepe nero
½ cucchiaino di curcuma
¼ cucchiaino cumino polvere
¼ cucchiaino zenzero
250 gr panna
erbe aromatiche fresche

Lessare a fuco basso la zucca nell’acqua, con le spezie e il dado per 20 min circa.circa.Passare il tutto, incorporare panna e cospargere di erbe aromatiche.

p.s.la zucca può essere sostituita con le zucchine

Zuppa di lenticchie
1 tazza di lenticchie rosse
acqua
½ cipolla tagliata a listarelle
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di semi di senape
1 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di semi di coriandolo
2 pizzichi di assafetida
4 fettine di radice di zenzero
sale
2 cucchiai di coriandolo fresco sminuzzato
1 cucchiaino di garam masala
passata di pomodoro (facoltativo)
Lasciare le lenticchie in ammollo per qualche ora. Mettere in una pentola a fondo spesso olio d’oliva, cipolla, cumino, senape, assafetida, e semi di coriandolo. Quando i semi scoppiettano aggiungere le lenticchie scolate. Si fanno insaporire, poi si aggiunge l’acqua, il sale, la curcuma e se vuoi un po’ di passata di pomodoro e il garam masala. Far cuocere e a fine cottura con un frullatore ad immersione frullare una parte delle lenticchie. Servire con coriandolo fresco sminuzzato.

Zuppa calda speziata
Osservazioni:
e’ un brodo gradevole da sorseggiare quando si ha raffreddore, influenza, tosse. Scalda il corpo, aiuta il sistema immunitario. Lo zenzero stimola la circolazione e la digestione

0 vata , + Pitta, – Kapha
Tempo di preparazione: 25 min.
Dosi per: 6 persone
Stagioni: P-A-I

5 tazza d’acqua
3 cm. di radice di zenzero fresco
1/3 di tazza di riso basmati
1 chiodi di garofano
3 grani di pepe
1 carota media tagliata a fette
1 tazza di cavolo, oppure una tazza di ortaggi freschi
1 pizzico di pepe di cayenna

Portate l’acqua ad ebollizione in una casseruola media. Tagliate a fette lo zenzero in 4-5 pezzi, aggiungetelo all’acqua in ebollizione, coprite ed abbassate al minimo.
Fate sobbollire il riso e scolatelo, poi unitelo alla zuppa e portare a fuoco medio. Coprite di nuovo. Unire il cavolo e la carota e fate sobbollire per altri 10 min. Unite la cayenna.

Crema di spinaci
500 gr di spinaci freschi
2 cucchiai di ghee
6 cucchiai di mandorle macinate
1 o 2 cucchiaini di curry
1 presa di noce moscata
½ lt di brodo vegetale
sale e pepe
1 limone biologico

Pulire e lavare bene gli spinaci ed eliminare i gambi più grossi. Scaldare il ghee, farvi dorare 4 cucchiai di mandorle, quindi scolare lasciando il grasso nella pentola. Versare nel ghee il curry, la noce moscata, il pepe, il sale e mescolare. Unire le altre mandorle e tostare leggermente, sempre mescolando. Aggiungere il brodo caldo e gli spinaci, condire con sale e pepe, coprire e far cuocere per 5 min. Passare il tutto e dopo pochi minuti aromatizzare con la scorza e il succo di limone. Guarnire con le mandorle tritate e servire

Vellutata di piselli speziata
ingredienti:
200 g di piselli sgusciati
1 cipolla bianca
6 rametti di timo fresco
1/2 cucchiaino di vegetarian curry
2 cucchiai di panna di soia
1 pizzico di pepe nero
sale
olio
cubetti di pane tostato

Procedimento:
Tritate la cipolla bianca finemente, ponetela in un tegame dai bordi alti e fatela appassire con 1 filo d’olio evo e un pò d’acqua. Quando sarà cremosa, aggiungete i piselli e fateli rosolare qualche minuto. A questo punto aggiungete acqua tanto quanto basta a coprirli di 2 dita. Fateli bollire, i miei erano piccolissimi e freschissimi e sono bastati 15 minuti. Verso fine cottura, aggiungete il sale. Controllate la quantità d’acqua, perchè la vellutata deve risultare molto cremosa. Se dovesse essere troppa, toglietela con un mestolino e riservatela per altre preparazioni. A fine cottura frullate tutto, aggiungete il vegetarian curry, è molto aromatico e meno aggressivo del normale curry, ma se non lo trovate va bene anche il curry solito, magari riducendo la dose. Oppure aggiungete le spezie che più vi piacciono. Aggiungete il pepe nero, e 1 cucchiaio di panna di soia per ogni porzione, con queste dosi ne ho preparate 2 scodelline. Terminate con i rametti di timo fresco e qualche cubetto di pane tostato. Buona, fresca, scioglievole e leggermente piccante, un piacere per i nostri palati sopraffini

Gnocchi di ceci speziati in salsa di yogurt (kadhi pakora)

per gli gnocchi:

100 gr di farina di ceci

1 cipolla media

1.2 peperoncini verdi

2 cucchiai di zenzero grattugiato

1 cucchiaio di foglie di coriandolo tritate

1 cucchiaio di sale

1/2 cucchiaino di semi di ajwan

1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio

125 acqua e olio per friggere

per la salsa

2 cucchiai di farina di ceci

per la salsa di yogurt:

2 cucchiai di farina di ceci

250 gr di yogurt

1 cucchiaino di sale

1/2 cucchiaino di curcuma

750 ml di acqua

2 cucchiai di olio

10 foglie di curry

1/2 cucchiaini di semi di senape nera

3 peperoncini secchi

1/2 cucchiaino di semi di cumino

1/4 di cucchiaino di semi di fieno graco:

Procedimento: Iniziate preparando la salsa, battendo la farina con lo yogurt, il sale e la curcuma. Sobbollire per 25 min mescolando di tanto in tanto.. Mentre la salsa cuoce, riscaldare l’olio in un wok o in una padella a fiamma medio-bassa e per 1 o 2 min  saltare le foglie di curry, i semi di senape, i peperoncini secchi, il cumino e il fieno greco. Quando inizieranno a scoppiettare e sentire l’aroma potrete aggiungere alla salsa. Preparate gli gnocchi, affettate la cipolla, tritate i peperoncini verdi privati di semi verdi. In una ciotola amalgamare tutti gli ingredienti (eccetto l’olio) e versare gradatamente l’acqua fino ad ottenere una pasta appiccicosa. Bagnatevi le mani, prendete una piccola quantità di impasto e datele una forma di una pallina delle dimensione di un boccone, Scaldare l’olio e friggete gli gnocchi nell’olio bollente, pochi alla volta per 2-3 min, fin quando saranno dorati. Scolateli e versateli direttamente nella salsa di yogurt che lascerete sobbollire per altri 3 min. Portare a tavola gli gnocchi accompagnati da un piatto di riso.

Ricette di verdure

Carote alla cannella

750 gr di carote tagliate a fettine

acqua

4 C di ghee

3-4 C di polvere di cocco grattugiata

2 C di zucchero di canna

1 c. e 1/2 di cannella

sale e pepe

Lessare le carote finchè non sono morbide, scolare ed eventualmente conservare l’acqua. Scaldare il ghee in un padella e fare dorare la polvere di cocco, poi unire le carote. Cospargere di zucchero di canna e cannella e glassarle leggermente. Condire sale e pepe. Questo piatto diventa ancora più prelibato se completato con uva passa e datteri

Crocchette di carote (Gajar vada)
Questo è un piatto che avrà sicuramente successo. Assicuratevi che la mistura sia abbastanza densa  da non disfarsi quando la friggete. Se necessario, aggiungere altra farina di ceci finché
si amalgama bene.

Tempo di preparazione cottura: 25 min.

Ingredienti:
4 o 5 carote medie, lavate e grattugiate finemente
100 gr di farina ceci
2 Cucchiai di noci tritate
2 Cucchiaio di coriandolo fresco (o prezzemolo)
1 cucchiaino di gram masala
½ cucchiaino curcuma
½ cucchiaino sale
¼ cucchiaino di lievito
ghee o olio vegetale

Grattugiate finemente le carote, finché non ottenete 250 gr. Mettere le carote e gli altri ingredienti in una terrina, aggiungendo acqua sufficiente a ottenere una pasta abbastanza densa che non si disfi durante la frittura.
A fiamma media scalare il ghee (o l’olio) in una padella antiaderente. Prendere una cucchiaiata di pastella con le dita e schiacciarla leggermente. Farne 8 o 10 crocchette (vada) e cuocere contemporaneamente. Rigirare spesso le crocchette in modo che si scuriscano bene da tutte le parti. Toglierle con una schiumarola e farle sgocciolarle bene. Servite calde con altre verdure o con raita.

Fagioli con spezie (Rajma)
(dosi per 6 persone)
250 gr di fagioli rossi
1 lt di acqua
2 foglie di alloro
un bastoncino di cannella
3 semi di cardamomo
1 cipolla affettata sottile
2 spicchi d’aglio schiacciati
una radice di zenzero macinato
1 cucchiaino di curcuma

Mettete i fagioli a bagno per una notte. Lessare fino a cottura. Riscaldare l’olio in una casseruola, aggiungere l’alloro, la cannella, i semi di cardamomo e soffriggere qualche minuto. Aggiungere la cipolla, rosolare bene e unire aglio e zenzero, unire il sale
Versare i fagioli senza il loro liquido e insaporire due o tre minuti. Versare una tazza d’acqua e portare a bollore, rimestando di tanto in tanto. Coprire, abbassare il fuoco e cuocere per 15 minuti.

Curry di ceci
200 gr di ceci secchi
3 cucchiai di olio extravergine
1 cipolla
1 pezzetto di zenzero
2 spicchi d’aglio schiacciati
½ cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino gram masala
sale
prezzemolo tritato

Lavate i ceci e lasciarli in ammollo per 24h. (con un po’ di bicarbonato diventano più teneri) Scolarli, trasferirli in una casseruola, ricoprirli con abbondante acqua, portare ad ebollizione, coprire con un coperchio, abbassare la fiamma e sobbollire finché i ceci siano abbastanza teneri. In un’altra casseruola scaldare l’olio, soffriggere la cipolla finemente tritata: lasciate che prenda il colore a fuoco moderato, mescolando il trito con un cucchiaio di legno. Aggiungere lo zenzero grattugiato e zenzero fresco tritato, l’aglio sbucciato e schiacciato, curcuma, cumino e gram masala; mescolare per 1 min. Unire i ceci con la loro acqua di cottura, portare ad ebollizione, coprire, abbassare la fiamma e sobbollire per 20 min, così che i ceci risultino ben teneri e cotti.
Aggiustare di sale e spolverare con prezzemolo.

Curry vegetale
Una grossa cipolla, una carota, una patata, un finocchio, una costa di sedano, tre etti di pomodori da salsa, un cucchiaino di curry in polvere, un cucchiaio di cocco grattugiato, polvere di mango, noce moscata, olio, aceto bianco, sale
Tagliare la cipolla a fette sottili e farla soffriggere nell’olio, bagnare con mezzo bicchiere di aceto bianco e aggiungere il curry. Dopo due minuti aggiungere tutte le verdure tagliate a dadini, salare, coprire e lasciar cuocere, aggiungendo l’acqua necessaria. A verdure completamente cotte aggiungere il cocco, un pizzico di noce moscata grattugiata e di polvere di mango, girare e togliere subito dal fuoco.

Carote glassate (gajar sabji)
Dosi per 4 o 5 persone

4 o 5 carote grandi ( circa 450 gr.)
3 cucchiai di ghee
2 cucchiai di zucchero integrale o sciroppo d’acero
¼ cucchiaino di curcuma
½ cucchiaino di semi di cardamomo macinati grossolanamente
½ cucchiaino di coriandolo in polvere
2 cucchiai di succo di mela
2/3 di tazza di acqua minerale
½ cucchiaino di sale
1/8 cucchiaino di pepe
2 cucchiai di coriandolo fresco
1 cucchiaino di succo di limone
¼ cucchiaino di noce moscata
In una casseruola o in una padella spaziosa, distribuire le carote in un unico strato, aggiungere quindi 2 cucchiai di ghee, il dolcificante, la curcuma, i semi di cardamomo, il coriandolo in polvere, il succo di mela, l’acqua e il sale. Portare ad ebollizione, coprire ed abbassare al minimo, lasciando sobbollire per circa 40 min (se usare la carote grandi)
Quando l’acqua è quasi consumata, togliere il coperchio e lasciarla evaporare quella che rimane, facendo attenzione ad evitare che le carote non si attacchino. Quando saranno coperte da una glassa lucente, togliere dal fuoco e aggiungere il ghee, il pepe, il coriandolo o il prezzemolo. Mescolare bene gli ingredienti e prima di servire, spruzzare con succo di limone e noce moscata.

Porri al curry
500 gr di porri, ½ cucchiaio di semi di cumino, 1 cucchiaio di curry in polvere, ½ cucchiaio di zenzero in polvere, ½  cucchiaio di coriandolo, olio, sale.

Lavate accuratamente i porri e affettateli piuttosto sottilmente.  Scaldare quindi un po’ d’olio e tostate i semi di cumino per 1 min, mescolando continuamente. Aggiungete poi i porri affettati, il curry, lo zenzero e il sale. Saltate a fuoco allegro per 3-4 min, quindi coprite il tegame e cuocete a fiamma moderata fiche i porri saranno teneri. Spolverare quindi con i semi di coriandolo pestati e servire caldo. SI accompagna on dei cereali cotti a parte, in particolare del riso.

Cavolo rosso alle mele
1 cavolo rosso di 1 kg circa, 3 grosse mele, 4 cucchiai di olio, 1 cucchiaio di uvetta passa, 1 scorza di limone, acqua, sale, cannella, noce moscata.

Dopo avere eliminato il torsolo e le coste + grosse, tagliare il cavolo in filetti non troppo sottili. Fatelo stufare con l’olio in una casseruola, per circa 5 min e unite gli altri ingredienti, tra cui le mele private del torsolo ma non pelate e tagliate a fatte piuttosto grosse.
Avrete precedentemente lavato l’uvetta e lasciata rinvenire in acqua tiepida. Cuocete tutto per 5 min a fiamma alta e a tegame scoperto, mescolando. Coprite e continuate la cottura a fuoco molto dolce per circa 40 min, mescolando e aggiungendo acqua calda se necessario.

Patate Masala
0 Vata, 0 Pitta, 0 Kapha
2 patate rosse
½ mazzo di ortaggi in foglia
¼ cipolla tritata finemente
2 cucchiai di ghee o di olio d’oliva
¼ di semi di senape
1/8 di assafetida
½ cucchiaino di curcuma
3 c. di radice di zenzero
acqua con brodo vegetale
sale
½ cucchiaino di coriandolo in polvere

Lavare le verdure e tagliare le patate a cubetti di 1 cm. Tritare le verdure e la cipolla. Tritare la radice di zenzero
Scaldare l’olio o il ghee. Unire i semi di senape e l’assafetida a fate scaldare fino a quando i semi non scoppiettano. Aggiungere curcuma e zenzero, poi le verdure. Unire l’acqua, coprire e cuocere a fuoco medio fino a quando le patate non siano tenere. Aggiungere sale e coriandolo.

Limoni ripieni con patè di mandorle e ceci
Insalata di antipasto

4 limoni grossi
2 cm di radice di zenzero
85 gr di formaggio molle di capra
2 tazze di ceci già cotti
3 cucchiai di polvere di mandorle o semi di sesamo tostati
6 cucchiai di panna
½ cucchiaino di sale
3 cucchiai di olio di oliva
un pizzico di assafetida
pepe
1 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
foglie di lattuga per decorazione
Tagliare la parte superiore dei limoni e conservarla.
Scavare i limoni con un cucchiaino o coltello. Conservare il succo e tagliare una sottile fetta sul fondo dei limoni per renderli stabili.
Frullare zenzero e formaggio, aggiungere i ceci,le mandorle o i semi sesamo, la panna, il sale l’olio, un po’ d’acqua e il pepe.
Aggiungere il succo di limone e frullare per dare una consistenza densa; aggiungere  i semi di cumino frullare con altri 2 o 3 impulsi.
Riempire i limoni svuotati e spolvere con prezzemolo. Coprire con  parte superiore precedentemente tagliata.

Patate al fieno greco (Aloo methi)
(dosi per 6 persone)
700 g di patate
2 cipolle
2 spicchi d’aglio
1 cucchiai di foglie essiccate di fieno greco
4 cm. di radice di zenzero
1 cucchiaino di curcuma
3 chiodi di garofano
4 cucchiai di ghee
sale

Mettere le patate con la buccia in acqua fredda, portarle ad ebollizione e cuocerle per 30 min. Sbucciarle e tagliarle in 4 parti. Raschiare lo zenzero, tritarlo con aglio e cipolla. Sciogliere in una casseruola il ghee togliere dal fuoco e mettere i chiodi di garofano e i semi. Rimettere sul fuoco e versare nel tegame il trito facendolo rosolare. Salare e aggiungere la curcuma e cuocere per altri 8-10 min. Quindi unire le foglie tenute prima a bagno in acqua fredda e le patate. Mescolare e lasciare sul fuoco per 5 min.

Raita (salse di accompagnamento)

Alun narial raita

Questo raita è preparata con patte lesse, cocco grattigiato e yoghurt condito. Le patate hanno molta vitamina B, C e G e molti sali minerali e proteine. Non usate patate con la buccia verde perchè saranno amare, nè patate germogliate perchè saranno molto acquose.

6 patate di grandezza media

400 ml di yoghurt

2 c. di sale

100 g di cocco grattugiato

1 C. di ghee

1 c. di semi di mostarda nera

1 C. di zenzero fresco grattugiato

2 pomodori maturi e tagliate a fette e un pò di prezzemolo

Lessate le patate finchè saranno tenere, sbucciatele, tagliatele a cubetti e mettetele in una terrina in frigorifero. Mescolate insieme lo yoghurt, il sale e il cocco grattugiato. Scaldare il ghee in un pentolino e aggiungere i semi di mostarda, coprendo subito la pentola col coperchio in modo tale che i semi non possano saltare fuori. Quando hanno finito scoppiettare aggiungete lo zenzero, mescolate qualche secondo, poi aggiungere alla tazza di yoghurt; mettetevi le patate, mescolate bene e delicatamente per ricoprire uniformemente le patate di yoghurt e spezie. Servire non caldo, guarnire con prezzemolo e fette di pomodoro

Raita di carote
La raita è una salsa fredda a base di yogurt. Viene servita in una o più versioni accanto a pietanze speziate per mitigarne il sapore acceso e piccante.
L’idea generale è che, per fare la Raita, si usa sempre e solo una verdura, o cotta o cruda e si mescola con lo yogurt.
Poi, se la verdura è cotta, si guarnisce il tutto spolverando con un po’ curcuma e un po’ di pereroncino rosso in polvere e qualche foglia di coriandolo fresca. Invece, per dare gusto alle freschissime Raita di verdura non cotta, si aggiunge un mix di semini e spezie saltate in pochissimo olio di semi di girasole.
4 carote fresche grattugiate
300 gr di yogurt
sale
1cucchiaino di semi di senape neri
1 cucchiaino di cumino
1cucchianio di dahl (lenticchie bianche)
1 punta di cucchiaino di curcuma
1 punta di cucchiaino di peperoncino rosso piccante in polvere
foglie fresche di coriandolo
olio di semi di girasole, 1/2 cucchiaio
Ricetta supersonica, mescolare yogurth e carote, se volete aggiungete sale, dipende dal vostro gusto.
In un piccolo pentolino fare saltare in pochissimo olio di semi i semi di senape, i semi di cumino e le lenticchie bianche.Guarnire con le polveri di peperoncino e curcuma e le foglie fresche di coriandolo.

Ricette di dolci

Laddu
Prelibatezze che si sciolgono in bocca, molto amate dai bambini

1 tazza di ghee
2 tazze di farina di ceci
1 cucchiaio di semi di cardamomo pestati finemente
¾ di tazza di zucchero di canna
3 cucchiaini di cardamomo in polvere
3 cucchiai di latte di cocco
½ tazza di mandorle tritate

Scaldare il ghee in un tegame dal forno spesso e tostarvi la farina di ceci per circa 15 min., mescolando in continuazione in modo che assuma un colore uniformemente dorato ed emani un profumo simile a quello delle noci. Unire i semi di cardamomo e rimestare per 2 minuti, poi versare lo zucchero, il cardamomo in polvere, il latte e le mandorle. Mescolare finché lo zucchero non è completamente sciolto. Togliere dal fuoco e far intiepidire. Con le mani umide, formare una serie di palline simili a noci.

Crema di fragola con panna 
Un dessert gustosissimo e veloce da preparare
una vaschetta di fragole bio
125 ml di panna
3 cucchiai di zuccheri canna
½ limone spremuto

Far bollire per 10-15 min tutto insieme mescolando. Servire freddo o caldo in coppette

Palline di semolino e cocco
170 gr di semolino di riso
1/2  lt di latte
tre cucchiai di miele
50 gr di mandorle sgusciate
50 gr di uvetta passa
70 gr di farina di cocco
un pizzico di sale

Mettete sul fuoco il latte e al momento dell’ebollizione, versare a pioggia il semolino, poi l’uvetta e il sale, facendo cuocere il tutto per circa 1 minuti e mescolando a fuoco basso. Poco prima di togliere dal fuoco aggiungere la farina di cocco, lasciandone da parte qualche un meno di metà.
Lasciate raffreddare, aggiungere il miele e le mandorle tritate. Lavorate l’impasto in modo da ottener delle palline della dimensione di una noce, che passare infine su di un piatto nel quale avrete versato la farina di cocco.

Kheer – budino di riso
100 gr di basmati
1 lt di latte
100 gr di zucchero di canna
3 frutti di cardamomo
1 foglia di alloro
2 cucchiai di pinoli
2 cucchiai di uvetta
1 cucchiaio di pistacchi non salati

Mettere a bagno il riso per ½ h, quindi sgocciolarlo bene. In una casseruola di acciaio con fondo spesso mettere il riso,il latte e la foglia di alloro. Far prendere l’ebollizione mescolando, quindi abbassare il fuoco e cuocere scoperto per circa 20-30 min, mescolando spesso e facendo attenzione pechè tende ad attaccare. Rompere i frutti di cardamomo, estrarne i semi e buttare le bucce.
A metà cottura aggiungere i pinoli, l’uvetta e il cardamomo. Alla fine si deve ottenere un composto cremoso e il riso deve essere molto morbido. Spegnere il fuo eliminare la foglia di alloro, aggiungere lo zucchero, i pistacchi e far sciogliere  lo zucchero.
Servire caldo e freddo. Decorare con pistacchi.

Crema di datteri alla vaniglia
Un dessert dolce e gustoso che piace molto anche ai bambini
8 datteri tagliati a metà e snocciolati
acqua
1 presa di cardamomo
¼ cucchiaino di cannella
2 cucchiai e ½ di farina di mais
1 cucchiaino di zucchero di palma
250 gr di panna
1 presa di vaniglia

Lessare i datteri con le spezie in ¼ di lt d’acqua, finché non diventano morbidi, poi schiacciarli. Stemperare la farina di mais e lo zucchero con l’acqua e unirli alla mousse di datteri bollente. Far cuocere per qualche minuto, poi togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.
Una volta tiepido, unire delicatamente al composto la panna (tenere da parte 2 cucchiai per guarnire) e riporre al fresco. Spolverizzare con la vaniglia.

Dolce di farina di ceci (besa barfi)
Ingredienti (dosi per 12 pz.)
250 gr farina di ceci
400 gr di zucchero di canna
125 gr di ghee (un po’ di meno se si usa anche olio di oliva)
semi di cardamomo
cocco grattugiato

Bollire lo zucchero per 5 minuti a fuoco basso con 4 dl acqua. Versare la farina in un recipiente di terracotta già caldo e tostarla per almeno 30 min a secco, mescolando perché non scurisca o si bruciacchi (se necessario allontanarlo dal fuoco di tanto in tanto).
Unire il ghee ( e l’olio) i  semi di cardamomo e mescolare finché il composto non risulti uniforme.
Togliere dal fuoco e versare lo sciroppo, mescolare e rimettere sul fuoco per altri 10 min.
Ungere una piastra con il ghee, versare il composto e pareggiarlo con un coltello. Tagliarlo a quadretti e spolverare con polvere di cocco.

Sorbetto di manfo kulfi – mangiare preferibilmente in estate)
(dosi per 6 persone)
1 lt di latte
100 gr di panna
200 gr di zucchero integrale
400 gr di polpa di mango fresca o in scatola
1 bustina di zafferano

Preparazione
Far bollire il latte su fuoco basso per circa ½ h. finché si riduce di ¼. Spegnere, unire lo zucchero e zafferano e far raffreddare. Frullare il mango e unirlo con la panna al latte. Mescolare e  versare il composto nella gelatiera o negli stampini da freezer. Congelare o lasciare in freezer per 8 h.

TOP