Come cucinare un pasto ayurvedico con i Churna
NON È NECESSARIO ESSERE UN GRANDE CUOCO PER CUCINARE UN PASTO AYURVEDICO.

Basta infatti includere nella dieta tutti i sei sapori raccomandati dall’Ayurveda Maharishi e selezionare una alimentazione personalizzata di tipo Vata, Pitta o Kapha secondo la stagione o la costituzione.
I sei sapori sono: dolce (pane, pasta, riso); acido (limone e yogurt); salato (sale); piccante (pepe, peperoncino, zenzero, cumino); amaro (le verdure a foglia verde); e astringente (legumi, mele e broccoli).
Per una dieta equilibrata è bene scegliere quei sapori adatti alla propria costituzione, ma senza escludere gli altri. È consigliato anche favorire cibi freschi, non riscaldati e coltivati biologicamente.
Ma come programmare un pasto equilibrato per tutta la famiglia dove le costituzioni o gli squilibri sono diversi, così come i gusti? L’Ayurveda Maharishi ha preparato per risolvere questo problema i Churna Vata, Pitta e Kapha, condimenti da mettere in tavola che ognuno aggiunge al proprio cibo. Il metodo tradizionale è di soffriggere i Churna nel Ghee per alcuni minuti e poi aggiungere questa miscela ai piatti pronti oppure durante la cottura

TOP