Un principio importante nell’Ayurveda è la legge della similarità e della dissimilarità che afferma:
“Tutto ciò che è affine ad un dosha e alle sue qualità promuove l’aumento di quel dosha nel corpo” cioè lo porta in squilibrio. Allo stesso modo “Tutto ciò che è dissimile da un dosha fa decrescere quel dosha nel corpo”, cioè lo porta in equilibrio.
Secondo l’Ayurveda un pasto bilanciato dovrebbe includere tutti i sei gusti: dolce (che comprende il pane, il riso e la pasta), acido (come il limone, il formaggio e lo yogurt), salato (come il sale), amaro (come i vegetali a foglia verde), astringente (come le lenticchie, i fagioli, le mele e le patate) e piccante (come lo zenzero e il pepe). Per una alimentazione equilibrata l’Ayurveda suggerisce di utilizzare regolarmente tutti e sei questi sapori favorendo però in particolar modo quei cibi e quei preparati che aiutano ad equilibrare la costituzione, cioè il dolce, il salato e l’acido per Vata (come si vedrà qui di seguito), e di preferire in tutti i casi e dove sia possibile, cibi freschi, caldi, cotti e biologici.

Il Dolce pacifica Vata e Pitta ed accresce Kapha
L’Acido pacifica Vata ed accresce Kapha e Pitta
Il Salato pacifica Vata ed accresce Kapha e Pitta
Il Piccante pacifica Kapha ed accresce Pitta e Vata
L’Amaro pacifica Kapha e Pitta ed accresce Vata
L’Astringente pacifica Kapha e Pitta ed accresce Vata

In Ayurveda per mantenere l’equilibrio psicofisico oltre alla dieta, alle preparazioni e allo stile di vita, si dovrebbe tenere anche presente la stagione e le tendenze individuali.
Per Vata è necessaria un’influenza stabilizzante ed equilibrante, routine regolare, evitare le ore piccole e gli eccessi, evitare irregolarità alimentari, bevande fredde, etc.
La stagione Vata va da Novembre a Febbraio e corrisponde alla stagione fredda.
In questa stagione è bene quindi essere ancora più regolari con le contromisure allo squilibrio di Vata. Vata dovrebbe favorire i sapori dolce, salato e acido.

Per Pitta è necessario calmare la fisiologia e le emozioni ed evitare l’eccessiva esposizione al sole e alle spezie piccanti.
La stagione Pitta va da Luglio ad Ottobre e corrisponde all’estate e alla prima parte dell’autunno.
Pitta dovrebbe favorire i sapori dolce, amaro e astringente.

Per Kapha è necessaria un’influenza calda ed energizzante.
Kapha dovrebbe fare regolarmente esercizio fisico e mangiare poco alla sera.
La stagione Kapha va da Marzo a Giugno e corrisponde alla primavera e alla prima parte dell’estate.
Kapha dovrebbe favorire i sapori amaro, astringente e piccante.

TOP